locandina 2.jpg

 

 

 

 2021

Nell’ambito dei festeggiamenti conclusivi organizzati dal 15 al 17 ottobre 2021 dal Comune di Parabiago per il centenario della nascita di Felice Musazzi, l’A.A.L. – Associazione Artistica Legnanese presenta nello spazio espositivo di Villa Corvini (via Santa Maria 27) la mostra “Omaggio a Felice Musazzi”.

 

2021

“Nel nome di Dante”

 

il programma di iniziative autunnali per celebrare il settecentenario della morte del Poeta e che rientra nel Festival dantesco.

 

L’appuntamento è per  MARTEDì 14 SETTEMBRE alle 18.00

 

L’iniziativa è coorganizzata dall’associazione Liceali sempre e dal Comune di Legnano e si avvale della collaborazione di Famiglia Legnanese, Società Arte e Storia, Associazione Artistica Legnanese, Centro Culturale San Magno. Ad aprire “Nel nome di Dante”, le diverse sezioni espositive che saranno inaugurate sabato 18 settembre in tre sedi, a Palazzo Leone da Perego, in Famiglia Legnanese e al Castello; a seguire un ciclo di conferenze, a partire dalla fine di settembre, su diversi aspetti dell’universo dantesco, e altre proposte, anche per un pubblico di piccoli.

locandina Dante.jpg

2021
 

Contributo degli Artisti AAL al grande Felice Musazzi e al suo teatro nella ricorrenza del centenario dalla nascita

2020
COLORI, LUCI E FORME DEL NATALE

In You Tube un video sul Natale dell’Associazione Artistica Legnanese. Aderendo a un invito dell’Assessorato alla Cultura e Forum Associazioni Culturali, 20 soci dell’A.A.L., Associazione Artistica Legnanese (1947), hanno realizzato, secondo le personali modalità espressive, un’opera artistica ciascuno legata al tema delle Feste Natalizie. Grazie al montaggio multimediale digitalizzato di Marialuisa Bossi, le opere sono confluite in un video (durata 6 minuti) che entra nel calendario cittadino visibile on-line cercando in YouTube AAL Associazione Artistica Legnanese “Colori, luci e forme del Natale” Partecipano: Giancarlo Balansino, Mario Battimiello, Ivana Belloni, Marialuisa Bossi, Gianfranco Brusegan, Francesco Cucci, Dario Ferrè, Primo Guanziroli,
Gianfranco Leva, Maria Cristina Limido, Antonio Mancini, Annalisa Mitrano, Marzia Mucchietto, Owen Ransen, Gabriella Rossi, Fabrizio Rovesti, Giorgio Trucco, Roberto Trucco, Liliana Vivian, Dario Zaffaroni.

STOP AL CORONAVIRUS

CONTRIBUTO DEGLI ARTISTI DELLA ASSOCIAZIONE ARTISTICA LEGNANESE
 

 

alla raccolta fondi della FONDAZIONE degli ospedali del territorio per l'acquisto di materiali e macchinari destinati all' EMERGENZA CORONAVIRUS. Le opere possono essere acquistate versando contributo di € 300 sul conto corrente della
IBANIT05B05034202110000000006896 FONDAZIONE nella causale va indicata l’opera richiesta

2019
DOVE SI APPOGGIA L'ARCOBALENO

2019

Dove si appoggia l'arcobaleno

2018.jpg

2018

“Arte… in Comune”
Villa Pomini, Castellanza

2017

“70 anni nei sentieri dell’arte 
Essere nel contemporaneo”
Pinacoteca del Castello Visconteo, Legnano

2017.jpg

 2016 

Immagine_edited.jpg

“Mani-Fattura”, ex Manifattura di Legnano, e “Pensieri d’Arte”, Villa Jucker;

 

L’AAL-Associazione Artistica Legnanese organizza in collaborazione con il Comune di Legnano la mostra annuale del sodalizio negli spazi al primo piano della Pinacoteca del Castello Visconteo (viale Toselli 1). Il titolo della rassegna, “Dove si appoggia l’arcobaleno”, rimanda al particolare allestimento espositivo che tiene conto della presenza di antichi graffiti e delle caratteristiche dell’evento atmosferico, l’arcobaleno, significativa metafora del prodotto artistico. La mostra, inaugurata sabato 28 settembre alle ore 17.00, proseguirà sino al 13 ottobre negli orari di apertura del complesso storico: sabato 15-19, domenica 10-12.30 e 15-19.

2015.jpg


2015 

“Dacci oggi il nostro pane quotidiano” (Expo 2015), Castello Visconteo Legnano e Monastero di Cairate;

2014 

 “La città che sale – Omaggio al 40° di Castellanza”, Villa Pomini, Castellanza;

 2013  

“Chiare, fresche et dolci acque?”, Castello       Visconteo Legnano;

 2012  
 “Ad libitum” Palazzo Bandera, Busto Arsizio;

2011 
 “Insieme nel colore” (150° Unità d’Italia), Villa Pomini, Castellanza;

2010   
“…tutto scorre…” Villa Rusconi, Castano Primo;

2012.jpg

 2009   
“Ars Gratia Artis”, Museo Pagani, Castellanza


2008   
“Idoli Pagani”, Museo Pagani;

2009.jpg
2007.jpg


2007   

dal 29 settembre al 21 ottobre mostra “Dal sogno al segno - Sessant’anni dell’Associazione Artistica Legnanese 1947-2007”, Palazzo Leone da Perego, Legnano. 80 artisti in 5 sezioni: da “Visioni reali” a “Oltre”.

2005.jpg

2006   
omaggio a Tino Facconi in Villa Jucker - Famiglia Legnanese nuova sede AAL.

2005    
Gli artisti dell’Artistica “Freddo/Caldo” Museo Pagani, Castellanza;

2004   
“In… chiostro” ex Monastero degli Olivetani, Nerviano;

2003.jpg

Mostre sociali a tema:

2003   

“Percorsi della memoria” dedicata a E. Pagani,

Museo Pagani Castellanza;

2004   

In… chiostro” ex Monastero degli Olivetani, Nerviano;

2000   
 “Viaggio tra colore e parole” con l’associazione “Il Paese che non c’è”, ultima mostra al Centro Cantoni
passato di mano.


1995     
“Public Bill-Posting” affissione pubblica di 100 manifesti di C. Buzzi a Legnano

2000.jpg
1991.jpg

1991   
“Dal Vesuvio con amore”, antologica di G. Bravi presentazione A. Vettese;

1990    
“Aree attive nella ricerca ceramica”
 
1989   
"Preistoria artificiale" di R. Maggi;




1988.jpg

1987

Nel 1987 alcuni artisti dell’AAL costituiscono il Gruppo VITRIOL (Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem) con cui realizzano un ciclo di mostre legate ad agomenti di filosofia, a cura del socio prof. M. Senaldi, e nel maggio 1988 al Palio di Legnano, “Giochi d’Arte”

ANNI 1972 -2000

 

l’AAL volta pagina e alle mostre sociali si sostituiscono corsi, conferenze ed esposizioni dedicate ai protagonisti di nuove correnti artitiche, tra cui:

  • 1972 Mostra ad Aldo Bergolli (esponente degli “ultimi naturalisti”). Nel nuovo spazio espositivo AAL al                Centro Cantoni:

  • 1973 “Arte programmata/cinetica”;

  • 1976 “Body & Company” con Gina Pane;

  • 1977 “Opus 77” e “Performance di Baby Sitter” di F. Battiato;

  • 1978 “Concreto & Visuale” e “Ut pictura”; 1979 “Voltar pagina…” a cura di L. Inga Pin, e Aldo Tagliaferro

  •             l’immagine fotografica;

  • 1980 “Il neo di Venere” a cura di G. Cortenova;

  • 1981 “L’oggetto manifesto – La nuova scultura Italiana” a cura di L. Inga Pin;

  • 1983 “Orchestrazioni di immagini”;

  • 1984 “Un’idea per T-shirt” (da Adami a Pomodoro);

  • 1985 “Arte di contenuto sociale” e “Il proprio monumento funebre”;

  • 1988 “Gli ecosistemi dell’arte”.

 ANNI 60

 

dal 1959 al 1971 “Premio Carroccio” con la Famiglia Legnanese e Comune di Legnano. Dal 1962 al 1974: Mostre Europee dell’AAL - Legnano (Italia) con le città gemellate di Colombes (Francia) e Frankenthal (Germania). “NO! 1963”: mostra itinerante di denuncia sociale di quattro artisti cui si aggiungono altri nel tempo.

ANNI  50

Mostre Autunnali (Palazzo Leone da Perego), Mostre Sociali, del Bozzetto, 20° AVIS, Mostra d’arte del Decennio (primavera 1955), “Autopennello” (pittori abbinati a piloti dell’AC Milano).

 

I PRIMI 25 ANNI

L’A.A.A. sin dal suo nascere nel 1947 avvia con i soci pittori una serie di mostre collettive (oltre alle personali), tra cui:Giugno 1948 “III Mostra Nazionale d’Arte Contemporanea”, Cotonificio Dell’Acqua (parteciparono artisti dell’AAL e nomi quali Carrà, Tosi, Rosai, Funi, Guttuso, Morlotti, Casssinari, Manzù, Del Bon, De Rocchi, ecc.). Mostre Autunnali (Palazzo Leone da Perego), Mostre Sociali, del Bozzetto, 20° AVIS, Mostra d’arte del Decennio (primavera 1955), “Autopennello” (pittori abbinati a piloti dell’AC Milano).